cerca artista
ANTONIO REYNA MANESCAU pittore

Hai cercato

Pittore
Antonio
Reyna Manescau

Malaga 1859 - Roma 1937

Sei interessato alla VENDITA o all' ACQUISTO di sue opere?

STIMA GRATUITA
VUOI VENDERE UN'OPERA D'ARTE DI QUESTO ARTISTA?

CONTATTACI IMMEDIATAMENTE SENZA IMPEGNO:

telefono

icona telefono

0697606127

whatsapp

icona whatsapp

Cellulare 3477835083

OPPURE COMPILA IL FORM

Nome
Telefono
Email
Messaggio
Allega file*
*Limite massimo: 5 allegati

Allega immagini: solo file di tipo immagine (.JPG .JPEG .GIF .PNG) inferioiri a 5 Mb

Privacy
Do il consenso al trattamento dei dati personali in base alla legge 675/96, leggi le note sulla privacy
Captcha

Biografia

Dipinta intorno al 1900, la tela costituisce una delle varie versioni note della Veduta di Venezia conservata presso il Museo Carmen Thyssen Bornemisza di Malaga (cfr. Fortuny e la pittura 1998, pp. 72-73). La facciata della chiesa di S. Maria del Giglio, capolavoro del barocco lagunare, è collocata arbitrariamente sull'acqua e combinata con la veduta in lontananza della chiesa di S. Giacomo alla Giudecca e del Faro dell'isola di San Giorgio Maggiore. A fini egualmente scenografici si attribuisce la straordinaria invenzione coloristica del bragozzo ormeggiato al centro del quadro, dalle vele di un intenso arancio riflesso nel mare. Ottenuta nel 1882 dalla Deputazione di Malaga una pensione per perfezionarsi in Italia, Antonio Maria Reyna Manescau aveva raggiunto quell'anno la nutrita comunità degli artisti spagnoli dimoranti a Roma, stabilendosi definitivamente nella Città Eterna, dove si unì in matrimonio con una celebre cantante d'opera, Beatrice Mililotti Desantis, e rimase attivo fino alla morte, esponendo regolarmente le proprie opere in Italia come in patria. Assiduo frequentatore con gli altri pittori della colonia spagnola delle riunioni artistiche presso il Caffé Greco, fu avviato da José Villegas alla pittura commerciale e orientalista. Nel soggiorno di studio compiuto a Venezia nel 1885 approfondì, sulla scia del celebre conterraneo Mariano Fortuny y Marsal, il gusto per le scene di genere a soggetto orientalista e la materia preziosa, frequentando la colonia spagnola e il Caffè Florian, nonché il palazzo Martinengo dove risiedeva Cecilia Madrazo, vedova di Fortuny. Dette vita sull'esempio del sivigliano Rafael Senet a una vasta produzione di vedute di Venezia (o inserì, da allora in poi, un angolo di paesaggio veneziano nelle sue scene orientali), tanto da affermarsi sulla scena mondiale come “El pintor de Venecia”. Nelle vedute di Venezia realizzate in serie per la vendita all'estero (fra 1892 e 1895 ne produsse undici per Goupil & Cie destinate al mercato americano) Reyna Manescau mise in scena con accattivante sontuosità tutti gli elementi della sua pittura, che nell'ambito del preziosismo derivato da Fortuny e Martn Rico Ortega si distingueva per l'abilità nel disegno, un innato senso della composizione e una grande ricchezza cromatica unita all'audacia della pennellata. Le sue vedute di piccolo formato dei canali veneziani, “preziose” e coloratissime, ottennero un immediato successo fra i collezionisti in special modo inglesi, diffondendosi in tutto il mondo.

Alessandra Imbellone

Galleria Berardi © - È vietata la riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta secondo la normativa vigente.

Opere

Reyna Manescau - Veduta di Venezia

Zoom

OPERA NON DISPONIBILE

Veduta di Venezia

Tecnica:
Misure:

antonio_de_reyna_manescau_venezia.jpg

Zoom

OPERA NON DISPONIBILE

Veduta di Venezia

Tecnica:

Olio su tela


Misure: cm. 35 x 73

Loghi Associazione Antiquari d'Italia e CINOA

Galleria Berardi - Arte dell'Ottocento e del primo Novecento

email: info@maestrionline.it - sito: www.maestrionline.it
ragione sociale: Berardi Galleria d’Arte S.r.l.
sede legale: Corso del Rinascimento, 9 - 00186 Roma - P.Iva: 06383751002
Copyright © 2015 Berardi Galleria d’Arte S.r.l. Note sulla privacy - Mappa del Sito

Valutazione In Tutta Italia

Abruzzo // Basilicata // Calabria // Campania // Emilia Romagna // Friuli Venezia Giulia // Lazio // Liguria // Lombardia // Marche // Molise // Piemonte // Puglia // Sardegna // Sicilia // Toscana // Trentino Alto Adige // Umbria // Valle d'Aosta // Veneto
icona facebook icona twitter icona google plus