cerca artista
NICOLA PALIZZI pittore

Hai cercato

Pittore
Nicola
Palizzi

Vasto 1820 – Napoli 1870

Sei interessato alla VENDITA o all' ACQUISTO di sue opere?

STIMA GRATUITA
VUOI VENDERE UN'OPERA D'ARTE DI QUESTO ARTISTA?

CONTATTACI IMMEDIATAMENTE SENZA IMPEGNO:

telefono

icona telefono

0697606127

whatsapp

icona whatsapp

Cellulare 3477835083

OPPURE COMPILA IL FORM

Nome
Telefono
Email
Messaggio
Allega file*
*Limite massimo: 5 allegati

Allega immagini: solo file di tipo immagine (.JPG .JPEG .GIF .PNG) inferioiri a 5 Mb

Privacy
Do il consenso al trattamento dei dati personali in base alla legge 675/96, leggi le note sulla privacy
Captcha

Biografia

Giunto a Napoli nel 1842 si iscrisse presso il Real Istituto di Belle Arti sotto la guida del conterraneo Gabriele Smargiassi. La sua primissima produzione è dunque legata ai modi della scuola di Posillipo, come si evince dal tocco sciolto e immediato di Veduta della Madonna dell'Arco (Vasto, Pinacoteca Civica). Già nel 1843 esordì con La veduta di Pietrafracida in Abruzzo alla Biennale Borbonica, dove negli anni successivi fu presente in maniera assidua. Nel 1845 inviò Paesaggio con cascata d'acqua e Veduta di Napoli da Mergellina, e nel 1848 espose diversi studi di piante e di una quercia e Sarra nelle vicinanze di Cava (Napoli, Museo di Capodimonte), che venne premiato con l'acquisto reale. Nello stesso anno vinse il Pensionato a Roma, non compiuto per i moti insurrezionali presenti nella città eterna, e quindi ad un'epoca successiva sono da riferire i rari soggetti romani del maestro quali Il tempio di Vesta, già mercato antiquario. La capacità di muoversi su diversi registri è testimoniata dalla produzione degli anni '50, dove con agilità Nicola passa dagli studi dal vero di piccolo formato ai dipinti di carattere documentario alla maniera di un Fergola, quali Melfi dopo il terremoto (1851, Vasto, Pinacoteca Civica) e Manovre militari al poligono di Bagnoli dirette da Ferdinando II (1854, Caserta, Palazzo Reale), sino ai grandi paesaggi classicisti apprezzati dalla critica ufficiale (Avanzo di un'antica città con tramonto di sole, Napoli, Palazzo Reale, esposto alla Mostra borbonica del 1851). Da segnalare infine opere dal carattere più innovativo, quali Studio di Pompei (Vasto, Pinacoteca Civica), caratterizzate dalla peculiare tecnica brillante nei colori e fluida nella pennellata. Nel 1854 è documentato un viaggio di studio ad Avellino, i cui risultati furono esposti l'anno successivo alla Biennale borbonica, dove fu presente con Veduta di Avellino a chiaro di luna, L'Arco Traiano a Benevento, Gran paesaggio di composizione e con Isola di Capri presa da Massa. Nel 1856 sentì la necessità di raggiungere il fratello Giuseppe a Parigi, dove si aggiornò sugli esiti della scuola di Barbizon. Tornato a Napoli nello stesso anno rivelò la sua maturità artistica in opere quali Corse ad Agnano e Rivista militare al campo di Marte (entrambi del 1857, Napoli, Museo di Capodimonte) e in Primavera (Vasto, Pinacoteca Civica). Il 1859 registrò un nuovo successo di critica per il “vero naturale” riscontrabile nella produzione inviata alla Mostra borbonica, ovvero Paesaggio con mandra di capre e Campagna con due cani che puntano una quaglia, e il riconoscimento ufficiale con la nomina a Professore onorario dell'Accademia. Negli anni '60 Nicola fu presente con regolarità alla Promotrice di Napoli a partire dal 1862 (Effetto di sole) e realizzò opere significative quali Piazza Orsini a Benevento e Napoli da Mergellina (entrambe Vasto, Pinacoteca Civica) dove l'alta capacità di sintesi e la forza costruttiva supera definitivamente il vero analitico del fratello Filippo per anticipare le ricerche della scuola di Resina.

Opere

palizzi_paesaggio_contadina_lr.jpg

Zoom

OPERA NON DISPONIBILE

Paesaggio con figure

Tecnica:

olio su tela


Misure: cm. 28 x 39

firmato sul retro

Palizzi - Veduta di Napoli

Zoom

OPERA NON DISPONIBILE

Veduta di Napoli

Tecnica:

olio su cartoncino


Misure: cm 19 x 28

Iscritto sul retro

Palizzi - Paesaggio nei pressi di Benevento

Zoom

OPERA NON DISPONIBILE

Paesaggio nei pressi di Benevento

Tecnica:

Olio su tela


Misure: cm. 52 x 76

Loghi Associazione Antiquari d'Italia e CINOA

Galleria Berardi - Arte dell'Ottocento e del primo Novecento

email: info@maestrionline.it - sito: www.maestrionline.it
ragione sociale: Berardi Galleria d’Arte S.r.l.
sede legale: Corso del Rinascimento, 9 - 00186 Roma - P.Iva: 06383751002
Copyright © 2015 Berardi Galleria d’Arte S.r.l. Note sulla privacy - Mappa del Sito

Valutazione In Tutta Italia

Abruzzo // Basilicata // Calabria // Campania // Emilia Romagna // Friuli Venezia Giulia // Lazio // Liguria // Lombardia // Marche // Molise // Piemonte // Puglia // Sardegna // Sicilia // Toscana // Trentino Alto Adige // Umbria // Valle d'Aosta // Veneto
icona facebook icona twitter icona google plus