cerca artista
GIACOMO CONTI pittore

Hai cercato

Pittore
Giacomo
Conti

Messina 1813 - Firenze 1888

Sei interessato alla VENDITA o all' ACQUISTO di sue opere?

STIMA GRATUITA
VUOI VENDERE UN'OPERA D'ARTE DI QUESTO ARTISTA?

CONTATTACI IMMEDIATAMENTE SENZA IMPEGNO:

telefono

icona telefono

0697606127

whatsapp

icona whatsapp

Cellulare 3477835083

OPPURE COMPILA IL FORM

Nome
Telefono
Email
Messaggio
Allega file*
*Limite massimo: 5 allegati

Allega immagini: solo file di tipo immagine (.JPG .JPEG .GIF .PNG) inferioiri a 5 Mb

Privacy
Do il consenso al trattamento dei dati personali in base alla legge 675/96, leggi le note sulla privacy
Captcha

Biografia

Pittore siciliano, nato in Messina il 2 novembre 1818; socio onorario di varie Accademie e Cavaliere della Corona d'Italia.

Studiò in Napoli e in Roma sotto il celebre pittore Coghetti di Bergamo; quindi in Firenze e a Siena, dove fu ammesso per le premure che egli fece al Direttore di quell'Accademia, cavalier Francesco Cenci.

Fu anzi sotto la sua direzione che il Conti principiò e portò a fine "La disfida di Barletta", il quale non appena esposto a Firenze, veniva acquistato da S. A. I. la Granduchessa di Toscana.

I suoi quattro grandi quadri di soggetti storici, che dipinse in Firenze per commissione di un ricco inglese, cioè: "Il primo settembre 1847 a Messina"; "Il 12 gennaio 1848 a Palermo"; "Le cinque giornate a Milano"; e "La Proclamazione della Repubblica a Venezia", riscossero il plauso degli intelligenti per la ben trovata intonazione dei colori e la buona disposizione delle figure.

Altre sue opere sono: "I novellatori del Decamerone", acquistato dal Municipio di Messina; l'affresco nella soffitta di Santa Maria della Scala; "San Benedetto nella grotta di Subiaco che riceve dai loro genitori due giovinetti patrizi romani".

Incaricato dal Municipio di Messina, eseguì a Napoli i ritratti del Re e della Regina delle Due Sicilie e del fratello del Re, Leopoldo conte di Siracusa, al quale fece presente del suo quadro la "Rivoluzione di Palermo", fatto a Firenze.

Altre opere del Conti assai stimate sono: "La danza delle Ore o Stagioni"; "Il Re delle Due Sicilie Federigo II che riceve dal filosofo inglese Michele Scoto la traduzione delle opere di Aristotile"; "L'Apparizione di Banco a Macbeth"; "La morte di Romeo nelle braccia di Giulietta"; "Il Falconiere"; "La Baccante"; "L'Addolorata"; "Il Vespro Siciliano"; "La Parabola del buon Samaritano"; "Il martirio di San Sebastiano"; "Resurrezione di Cristo"; "La leggenda di Cola Pesce".

Tutti questi quadri pieni di naturalezza sono molto sparsi, essendo stati acquistati da distinti personaggi italiani e stranieri.

Il Conti espose a diverse Esposizioni nazionali, e specialmente, a quelle di Firenze nel 1861, a Torino nel 1884, ecc.



 

Opere

Loghi Associazione Antiquari d'Italia e CINOA

Galleria Berardi - Arte dell'Ottocento e del primo Novecento

email: info@maestrionline.it - sito: www.maestrionline.it
ragione sociale: Berardi Galleria d’Arte S.r.l.
sede legale: Corso del Rinascimento, 9 - 00186 Roma - P.Iva: 06383751002
Copyright © 2015 Berardi Galleria d’Arte S.r.l. Note sulla privacy - Mappa del Sito

Valutazione In Tutta Italia

Abruzzo // Basilicata // Calabria // Campania // Emilia Romagna // Friuli Venezia Giulia // Lazio // Liguria // Lombardia // Marche // Molise // Piemonte // Puglia // Sardegna // Sicilia // Toscana // Trentino Alto Adige // Umbria // Valle d'Aosta // Veneto
icona facebook icona twitter icona google plus