cerca artista
CARLO BRANCACCIO pittore

Hai cercato

Pittore
Carlo
Brancaccio

Napoli 1861 - 1920

Sei interessato alla VENDITA o all' ACQUISTO di sue opere?

STIMA GRATUITA
VUOI VENDERE UN'OPERA D'ARTE DI QUESTO ARTISTA?

CONTATTACI IMMEDIATAMENTE SENZA IMPEGNO:

telefono

icona telefono

0697606127

whatsapp

icona whatsapp

Cellulare 3477835083

OPPURE COMPILA IL FORM

Nome
Telefono
Email
Messaggio
Allega file*
*Limite massimo: 5 allegati

Allega immagini: solo file di tipo immagine (.JPG .JPEG .GIF .PNG) inferioiri a 5 Mb

Privacy
Do il consenso al trattamento dei dati personali in base alla legge 675/96, leggi le note sulla privacy
Captcha

Biografia

 

Carlo Brancaccio viene avviato dai genitori agli studi scientifici, ma intorno agli anni Ottanta, decide di intraprendere la strada della pittura. Conosce Edoardo Dalbono (1841-1915) e si forma proprio con lui, ereditando la sapienza cromatica, la luminosità della tavolozza e la preferenza per la pittura di paesaggio. Inizialmente, l’impronta di Edoardo Dalbono e della scuola napoletana è veramente preponderante, soprattutto nella scelta di una pennellata veloce e sciolta e nell’indirizzo chiarissimo della tavolozza.

Questo è evidente nelle marine degli anni Ottanta, con cui Brancaccio esordisce alla Promotrice napoletana. Lo Studio del 1881 è denotato da freschezza interpretativa e da un’evidente adesione al verismo, studiato en plein air. Per gran parte degli anni Ottanta, espone alle Promotrici una serie di soggetti ispirati alla luce del Golfo di Napoli, proprio sulle orme del maestro. Ne sono esempio Da Mergellina, Schizzi, Un giorno di pioggia a Toledo, S. Maria del Carmine, Verso Sera, In compagnia, La vecchia Napoli, Marinella. Quest’ultima opera viene esposta a Londra e poi a Napoli nel 1890, quando espone anche a Berlino Impressioni di Napoli, che riceve un premio della giuria. All’Esposizione Nazionale di Belle Arti di Roma del 1893 invia Marina d’inverno, Via d’Amalfi, Santa Lucia e Bassoporto, mentre due anni dopo, alla Biennale di Venezia espone Impressione, e a Berlino Bagni del popolo in Napoli, Sorrento e Fiume Sebeto.

Espone a Napoli fino agli anni Dieci del Novecento, ma compie frequenti soggiorni a Parigi, presentandosi con successo al mercato europeo, soprattutto francese e inglese. I suoi soggetti prediletti rimangono le marine e i paesaggi napoletani, che interessano moltissimo i collezionisti stranieri, ma non mancano impressioni tratte dal paesaggio parigino. Nella città francese elabora piano piano uno stile più veloce e dinamico, dalla pennellata impressionista. I tagli delle vedute risultano spesso arditi e ravvicinati, le tematiche più legate al gusto internazionale, suscitato non solo dal contatto con Parigi, ma anche dai frequenti soggiorni a Venezia. Ne scaturiscono vedute quali Boulevard, Piazza San Marco, Paesaggio di Provenza, In gondola, Vieille coau à Cluny e Sous la cascade, Schizzo di Parigi. 

 Elena Lago

Opere

Brancaccio - Sulla via di Amalfi

Zoom

OPERA NON DISPONIBILE

Sulla via di Amalfi

Tecnica:

olio su tela


Misure:

Brancaccio - Nel cortile

Zoom

OPERA NON DISPONIBILE

Nel cortile

Tecnica:
Misure:

Loghi Associazione Antiquari d'Italia e CINOA

Galleria Berardi - Arte dell'Ottocento e del primo Novecento

email: info@maestrionline.it - sito: www.maestrionline.it
ragione sociale: Berardi Galleria d’Arte S.r.l.
sede legale: Corso del Rinascimento, 9 - 00186 Roma - P.Iva: 06383751002
Copyright © 2015 Berardi Galleria d’Arte S.r.l. Note sulla privacy - Mappa del Sito

Valutazione In Tutta Italia

Abruzzo // Basilicata // Calabria // Campania // Emilia Romagna // Friuli Venezia Giulia // Lazio // Liguria // Lombardia // Marche // Molise // Piemonte // Puglia // Sardegna // Sicilia // Toscana // Trentino Alto Adige // Umbria // Valle d'Aosta // Veneto
icona facebook icona twitter icona google plus