cerca artista
VITTORIO MATTEO CORCOS pittore

Hai cercato

Pittore
Vittorio Matteo
Corcos

Livorno 1859 - Firenze 1893

Sei interessato alla VENDITA o all' ACQUISTO di sue opere?

STIMA GRATUITA
VUOI VENDERE UN'OPERA D'ARTE DI QUESTO ARTISTA?

CONTATTACI IMMEDIATAMENTE SENZA IMPEGNO:

telefono

icona telefono

0697606127

whatsapp

icona whatsapp

Cellulare 3477835083

OPPURE COMPILA IL FORM

Nome
Telefono
Email
Messaggio
Allega file*
*Limite massimo: 5 allegati

Allega immagini: solo file di tipo immagine (.JPG .JPEG .GIF .PNG) inferioiri a 5 Mb

Privacy
Do il consenso al trattamento dei dati personali in base alla legge 675/96, leggi le note sulla privacy
Captcha

Biografia

Valente pittore toscano, nato a Livorno nell'ottobre del 1859, cominciò i suoi studi a Firenze ove frequentemente risiede e studiò quindi a Napoli dove fu uno degli allievi più assidui di Domenico Morelli. Il suo primo quadro mostrò subito che il Corcos era veramente artista predestinato: "L'Arabo in preghiera", tale ne era il titolo, venne acquistato da S. M. il Re e trovasi attualmente a Capodimonte. Dal 1880 al 1886, il Corcos visse a Parigi, dove eseguì la maggior parte dei suoi lavori, e fu appunto colì che egli cominciò a farsi strada. Il di lui genere di pittura, elegante e moderna, rappresentante per lo più scene di vita di sport, incontrò il favore del pubblico cosmopolita parigino, e le sue vaghe e leggiadre figure di donna, che gli fruttarono il gentile appellativo di 'Peintre des jolies femmes', hanno ormai acquistato la folla degli eleganti e ricchi clienti della casa Goupil, per la quale il Corcos quasi unicamente lavora. Le donnine che questo artista dipinge, hanno carni bianche e capelli morbidi e, quel che più monta, hanno tutte una tale quale aristocratica impronta un così delizioso e gentile fascino, che, guardandole, si prova per esse un trasporto incomprensibile e nuovo. Quelle bellezze sono caste, quelle nudità sono pure; da quelle donne non partono lampi di sensualità volgare. Mai sogno di poeta, può aver creato un tipo di bellezza quale è quello ideato dal Corcos nel suo quadro "Reverie", quella gentile figura, più ideale che reale, più affascinante che vera, conquide e innamora e richiama alla mente versi del povero Praga: «Vorrei Errarti intorno al petto, o bella amica, Ma con gioia pudica, E non baciarti e tener gli occhi chiusi Sol nei profumi assorto, Per le tue membra candide diffusi». Eppure, malgrado che a questo genere di pittura il Corcos, vada debitore della sua rinomanza in Francia, in Inghilterra ed Italia, egli avrebbe maggiore trasporto per l'arte vera, nella quale ha dato prove non dubbie della sua valentìa. Nel 1881, infatti, espose al Salon a Parigi un quadro di grandi dimensioni, scena di costumi parigini, intitolato: "A la brasserie" e nel 1876 allo stesso Salon un grande "Ritratto di donna". Per entrambi i lavori la stampa parigina ebbe parole d'elogio, ma il pubblico che compra, preferisce ai grandi quadri i soggetti piacevoli, ai quadri storici i quadretti di genere e il Corcos anche in questi maestro, col suo "Neron blessé", con la "Lune de miel", e i quadri "Les papillons"; "Le nouveau nè"; "L'amateur d'estampes"; "Age ingrat" seppe contentare i più esigenti. Ricercato in Inghilterra e in Iscozia per eseguirvi diversi ritratti, più volte si recò a Londra e a Edimburgo dove ebbe importanti commissioni e fece vari lavori. Fra i ritratti da lui eseguiti nelle due città suddette, a Glasgow, a Parigi e Firenze ed altrove notiamo a caso i seguenti: "Il dottor Leven" direttore dell'ospedale Rothschild, "G. Caponi" (Folchetto); "La signora contessa di St. Roman"; "La signora Godillot"; "La signora D'Jerville"; "Il signor Cipriano Godebski"; "Alice Barley" (attrice del Gymnase); "La signora Fenton Jones"; "La signora Jane Cru Ewing"; "I coniugi Mac-Candlish"; "Il signor Bondì", "Yorick", una delle figlie di Jack la Bolina, la propria signora, ecc. Un altro lavoro del Corcos, degno di nota, è il "Ritratto di Garibaldi" che eseguì pel municipio di Livorno, ed un'altra specialità nell'arte sua sono i pastelli che tratta con un sentimento ed una vigoria non comuni, e gli acquerelli, dei quali bellissimi alcuni da lui eseguiti per illustrazioni di libri. Lavoratore indefesso, ingegno vivace e brillante, il Corcos occupa, quantunque ancora assai giovane, uno de' primi posti nell'arte contemporanea.

Opere

Corcos - Donna elegante con cane

Zoom

OPERA NON DISPONIBILE

Donna elegante con cane

Tecnica:
Misure:

Firmato in basso a destra

Vittorio Matteo Corcos - Ritratto femminile

Zoom

OPERA NON DISPONIBILE

Ritratto femminile

Tecnica:

Olio su tela


Misure: cm. 70 x 60

Firmato e datato in basso a sinistra "V. Corcos Juillet 94"

Corcos - Testa di donna

Zoom

OPERA NON DISPONIBILE

Testa di donna

Tecnica:
Misure:

Corcos - Il turbante rosa

Zoom

OPERA NON DISPONIBILE

Il turbante rosa

Tecnica:

Olio su tela


Misure: cm. 65 x 50

Loghi Associazione Antiquari d'Italia e CINOA

Galleria Berardi - Arte dell'Ottocento e del primo Novecento

email: info@maestrionline.it - sito: www.maestrionline.it
ragione sociale: Berardi Galleria d’Arte S.r.l.
sede legale: Corso del Rinascimento, 9 - 00186 Roma - P.Iva: 06383751002
Copyright © 2015 Berardi Galleria d’Arte S.r.l. Note sulla privacy - Mappa del Sito

Valutazione In Tutta Italia

Abruzzo // Basilicata // Calabria // Campania // Emilia Romagna // Friuli Venezia Giulia // Lazio // Liguria // Lombardia // Marche // Molise // Piemonte // Puglia // Sardegna // Sicilia // Toscana // Trentino Alto Adige // Umbria // Valle d'Aosta // Veneto
icona facebook icona twitter icona google plus