cerca artista
PIETRO BIANCHI DETTO CREATURA pittore

Hai cercato

Pittore
Pietro
Bianchi detto Creatura

Roma 1694 - 1740

Sei interessato alla VENDITA o all' ACQUISTO di sue opere?

STIMA GRATUITA
VUOI VENDERE UN'OPERA D'ARTE DI QUESTO ARTISTA?

CONTATTACI IMMEDIATAMENTE SENZA IMPEGNO:

telefono

icona telefono

0697606127

whatsapp

icona whatsapp

Cellulare 3477835083

OPPURE COMPILA IL FORM

Nome
Telefono
Email
Messaggio
Allega file*
*Limite massimo: 5 allegati

Allega immagini: solo file di tipo immagine (.JPG .JPEG .GIF .PNG) inferioiri a 5 Mb

Privacy
Do il consenso al trattamento dei dati personali in base alla legge 675/96, leggi le note sulla privacy
Captcha

Biografia

 

La produzione artistica dell'artista manca di una critica esaustiva. A sette anni era attivo all'interno della bottega di Giacomo Triga, dove fu collocato dallo zio. In seguito passò per la bottega di Legros e infine per quella del Gaulli, dove rimase fino alla morte di questo. Vinse nel 1708 e nel 1709 il terzo premio di un concorso clementino dell'Accademia di San Luca. Ebbe modo di essere allievo, seppure per un breve periodo, di Giuseppe Ghezzi dal quale si allontanò per frequentare Benedetto Luti. Sviluppò in questo modo una maturità nel linguaggio che gli permise di conseguire un ulteriore premio nel 1713, sempre per il concorso clementino. Si presentò in questa occasione con un disegno che si differenziava dai precedenti per la sua modernità. Il tema proposto dall'Accademia fu San Pio V libera l’ossessa, un primo approccio al tema è documentato da un disegno, ora a Düsseldorf presso il Kunstmuseum. L'artista sembra delinearsi come ulteriore rappresentante del rococò nella sua accezione romana, con particolare riferimento a Trevisani e a Luti. Non fu indifferente a influenze provenienti dalla pittura genovese, in particolare dal Piola. Degne di nota sono le seguenti opere: Bacco e Arianna, ora a Düsseldorf presso Il Graphische Sammlung; un acquerello ritraente la Crocifissione tutto sul tono marrone accostato alla biacca. Il dipinto, che seguì quest’ultimo schizzo, si trova attualmente presso Celeno, San Rocco. Probabilmente partecipò alla progettazione del monumento funebre per Benedetto XIII in Santa Maria sopra Minerva, collaborò in questa occasione con Pietro Bracci con il quale era entrato in contatto in occasione della progettazione della tomba Paolucci del 1726, in San Marcello al Corso e ancora per la strada di Clemente XII in Campidoglio. Lavorò al disegno per le seguenti sculture: San Francesco di Paola di G. Battista Maini e San Giovanni di Dio di Filippo della Valle, entrambi in San Pietro in Vaticano. Per i dipinti richiesti dal clero troviamo l'Incontro del Cardinale Zondadori con Filippo V di Spagna; memorabili furono in particolare Argo, Mercurio ed Io e Paesaggio con Apollo e Marsia, in entrambi questi dipinti seppe coniugare il disegno con le sue capacità di paesaggista. Un'altra attività è costituita dalla produzione di acquerelli e guaches. Di questi si ricorda: il fontanile e Capriccio con la tomba di Cecilia Metella. Tra i dipinti si ricorda la Musa Euterpe (replica autografa di una delle Due Muse che Bianchi dipinse); il bozzetto per la Vergine intercede presso Cristo in favore dei Santi Domenico e Francesco d'Assisi; L’Immacolata Concezione e Santi conclusa da Gaetano Sardi. Nella fase tarda sembra che il pittore abbia riflettuto sui modi baroccheggianti per direzionarsi verso un’epurazione classicista.

Opere

Loghi Associazione Antiquari d'Italia e CINOA

Galleria Berardi - Arte dell'Ottocento e del primo Novecento

email: info@maestrionline.it - sito: www.maestrionline.it
ragione sociale: Berardi Galleria d’Arte S.r.l.
sede legale: Corso del Rinascimento, 9 - 00186 Roma - P.Iva: 06383751002
Copyright © 2015 Berardi Galleria d’Arte S.r.l. Note sulla privacy - Mappa del Sito

Valutazione In Tutta Italia

Abruzzo // Basilicata // Calabria // Campania // Emilia Romagna // Friuli Venezia Giulia // Lazio // Liguria // Lombardia // Marche // Molise // Piemonte // Puglia // Sardegna // Sicilia // Toscana // Trentino Alto Adige // Umbria // Valle d'Aosta // Veneto
icona facebook icona twitter icona google plus