cerca artista
LUCA CARLEVARIS pittore

Hai cercato

Pittore
Luca
Carlevaris

Udine 1663 - Venezia 1730

Sei interessato alla VENDITA o all' ACQUISTO di sue opere?

STIMA GRATUITA
VUOI VENDERE UN'OPERA D'ARTE DI QUESTO ARTISTA?

CONTATTACI IMMEDIATAMENTE SENZA IMPEGNO:

telefono

icona telefono

0697606127

whatsapp

icona whatsapp

Cellulare 3477835083

OPPURE COMPILA IL FORM

Nome
Telefono
Email
Messaggio
Allega file*
*Limite massimo: 5 allegati

Allega immagini: solo file di tipo immagine (.JPG .JPEG .GIF .PNG) inferioiri a 5 Mb

Privacy
Do il consenso al trattamento dei dati personali in base alla legge 675/96, leggi le note sulla privacy
Captcha

Biografia

 

Nacque a Udine nel 1663 e si trasferì a Venezia nel 1679 con la sorella, orfani di entrambi i genitori. A questo periodo appartiene il Corteo dogale in Canal Grande al Ponte di Rialto della Galleria Estense di Modena. Questa primo dipinto è un esempio del connubio tra le istanze del paesaggio nordico sulle basi della tradizione pittorica romana e ciò che gli fu impartito dal padre pittore. A proposito delle influenze romane, il soggiorno a Roma da sempre ipotizzato e mai documentato, potrebbe non essersi mai tenuto. Il pittore più probabilmente grazie all' ambiente stimolante veneziano di quel periodo, potrebbe essere venuto a contatto con la tradizione pittorica romana solo in maniera mediata. Sono state esaminate le relazioni con Eismann, maestro di Carlevarijs, con De Jode, con Daret e con Antonio Stom, il che ha fatto chiarezza sul ruolo del Carlevaris nel contesto veneziano. Van Wittel, Curtois, Van Bloemen, Lorrain e Callot furono importanti modelli per l'artista udinese che si è lasciato ispirare anche da Salvator Rosa e i cosiddetti Bamboccianti per dare nuovo vigore al rovinismo barocco tradizionale. Questo gli permise, al di là del ritorno a Venezia o meno, di mettere in atto una serie di vedute la cui precisione, assicurata dall'uso della camera ottica, non risultò mai arida. La prima opera documentata attribuibile al pittore è una silloge di acqueforti, edita nel 1703, intitolata Le Fabriche e Vedute di Venezia Disegnate, Poste in Prospettiva, et Intagliate da Luca Carlevaris. A questo momento sono ascrivibili i dipinti delle Scene bibliche di San Pantaleone. Nel 1704 eseguì Marina e Porto con città murata firmati e datati; le 3 vedute commissionategli dal collezionista lucchese Stefano Conti. Al 1716 si ascrivono: Paesaggio con porto di mare, il Bacino di San Marco col Bucintoro del 1710, Paesaggio con architetture del Museo Civico di Vicenza (1712), Veduta di un porto (1713), Rovine romane (1714), il Porto con monumento ed arco romani. Tra il 1714 e il 1725 risulta mancante all'interno della Fraglia dei pittori di Venezia il che procura non pochi problemi di attribuzione e datazione. Nel 1716 realizza la Regata in onore del principe elettore di Sassonia e l'Entrata dell'ambasciatore di Colloredo a Palazzo Ducale concluso prima del 1726. La tradizione vuole che di fronte all’emergente successo del Canaletto, suo allievo, il maestro disperò. Carlevarijs è considerato padre della vedutistica settecentesca lagunare.

Opere

Carlevaris - Piazzetta verso Punta della Dogana

Zoom

OPERA NON DISPONIBILE

Piazzetta verso Punta della Dogana

Tecnica:

olio su tela


Misure:

Loghi Associazione Antiquari d'Italia e CINOA

Galleria Berardi - Arte dell'Ottocento e del primo Novecento

email: info@maestrionline.it - sito: www.maestrionline.it
ragione sociale: Berardi Galleria d’Arte S.r.l.
sede legale: Corso del Rinascimento, 9 - 00186 Roma - P.Iva: 06383751002
Copyright © 2015 Berardi Galleria d’Arte S.r.l. Note sulla privacy - Mappa del Sito

Valutazione In Tutta Italia

Abruzzo // Basilicata // Calabria // Campania // Emilia Romagna // Friuli Venezia Giulia // Lazio // Liguria // Lombardia // Marche // Molise // Piemonte // Puglia // Sardegna // Sicilia // Toscana // Trentino Alto Adige // Umbria // Valle d'Aosta // Veneto
icona facebook icona twitter icona google plus