cerca artista
ENRICO LIONNE pittore

Hai cercato

Pittore
Enrico
Lionne

Napoli 1865 - 1921

Sei interessato alla VENDITA o all' ACQUISTO di sue opere?

STIMA GRATUITA
VUOI VENDERE UN'OPERA D'ARTE DI QUESTO ARTISTA?

CONTATTACI IMMEDIATAMENTE SENZA IMPEGNO:

telefono

icona telefono

0697606127

whatsapp

icona whatsapp

Cellulare 3477835083

OPPURE COMPILA IL FORM

Nome
Telefono
Email
Messaggio
Allega file*
*Limite massimo: 5 allegati

Allega immagini: solo file di tipo immagine (.JPG .JPEG .GIF .PNG) inferioiri a 5 Mb

Privacy
Do il consenso al trattamento dei dati personali in base alla legge 675/96, leggi le note sulla privacy
Captcha

Biografia

Nobile e pugnace tempra di artista, tenacemente fedele ai modernistici suoi ideali estetici e severamente sdegnoso di ogni concessione al gusto infrollito dei più, Enrico Lionne, assiduo espositore nelle mostre internazionali di Roma e di Venezia, ha, già da qualche tempo raggiunta la piena e gustosa maturità del suo ardito e bel talento di efficace e originale raffiguratore di donne, di fiori e di scene dal vero, adoperando, con pari maestria, ora il pennello o i pastelli ed ora la punta dell'incisore o la matita del litografo. Il movimento divisionista, che, in seno al gruppo romano, a cui, malgrado la sua origine napoletana, il Lionne si riattacca per la sua lunga dimora nella capitale del Regno, si è svolto quasi in completa indipendenza da quanto si tentava o si era già tentato in Lombardia e in Piemonte da Segantini e Morbelli, da Previati e Pellizza, da Grubicy e Fornara, da Longoni e Carozzi, possiede in lui uno dei suoi campioni più ferventi e coscienziosi. E non soltanto fervente e coscienzioso, ma anche mirabilmente pertinace. Mentre altri pittori romani, sospinti verso il divisionismo più forse da smania di novità e da desiderio di singolarizzarsi che da nativa raffinatezza di sensibilità ottica e da solida convinzione teorica, se ne allontanarono ben presto, sia anche per riavvicinarglisi in seguito, appena parve loro che stesse per ottenere la sua ora di successo, egli invece gli si è sempre mantenuto fedele, provando e riprovando di continuo e accentuando od attenuando la rigidità tecnica della separazione dei colori sulla tela a seconda che più o meno diretto ed impellente gli si presentava il problema dell'effetto luminoso. Se si sentiva felice ogni volta che, con l'accorto e paziente pennello, riusciva ad evocare sulla tela i bagliori delle luci diurne e notturne, naturali o fittizie ed i loro svariati giuochi sulle figure umane e sugli oggetti, non perdeva punto la fiducia se talora, venendo meno la precisione del tocco sotto l'audacia complessa del tentativo, il risultato pittorico non poteva stimarsi che raggiunto soltanto in parte. Senza mai scoraggiarsi e sforzandosi di perfezionare sempre più la sua tecnica squisitamente sottile ed elaborata, il Lionne è riuscito assai di sovente, specie nell'ultimo quindicennio, a creare opere di sapiente equilibrio di composizione, d'impressionante efficacia luminosa e di non comune savorosità cromatica, tali infine da non punto sfigurare accanto ad opere elette e significative dei maggiori pittori italiani e stranieri dell'ora attuale, siccome lo dimostrano, nella Galleria d'arte moderna di Roma, le due tele I grassi ed i magri e Fuori di Porta San Giovanni e, nella Galleria d'arte moderna di Venezia, I'altra intitolata Gli sperduti, tre caratteriste scene di vita popolaresca romana, alle quali si apparenta una quarta,

Opere

Loghi Associazione Antiquari d'Italia e CINOA

Galleria Berardi - Arte dell'Ottocento e del primo Novecento

email: info@maestrionline.it - sito: www.maestrionline.it
ragione sociale: Berardi Galleria d’Arte S.r.l.
sede legale: Corso del Rinascimento, 9 - 00186 Roma - P.Iva: 06383751002
Copyright © 2015 Berardi Galleria d’Arte S.r.l. Note sulla privacy - Mappa del Sito

Valutazione In Tutta Italia

Abruzzo // Basilicata // Calabria // Campania // Emilia Romagna // Friuli Venezia Giulia // Lazio // Liguria // Lombardia // Marche // Molise // Piemonte // Puglia // Sardegna // Sicilia // Toscana // Trentino Alto Adige // Umbria // Valle d'Aosta // Veneto
icona facebook icona twitter icona google plus