cerca artista
CESARE MACCARI pittore

Hai cercato

Pittore
Cesare
Maccari

Siena 1840 - Roma 1919

Sei interessato alla VENDITA o all' ACQUISTO di sue opere?

STIMA GRATUITA
VUOI VENDERE UN'OPERA D'ARTE DI QUESTO ARTISTA?

CONTATTACI IMMEDIATAMENTE SENZA IMPEGNO:

telefono

icona telefono

0697606127

whatsapp

icona whatsapp

Cellulare 3477835083

OPPURE COMPILA IL FORM

Nome
Telefono
Email
Messaggio
Allega file*
*Limite massimo: 5 allegati

Allega immagini: solo file di tipo immagine (.JPG .JPEG .GIF .PNG) inferioiri a 5 Mb

Privacy
Do il consenso al trattamento dei dati personali in base alla legge 675/96, leggi le note sulla privacy
Captcha

Biografia

La formazione del pittore avvenne all'interno della rigida prassi accademica senese, dapprima allievo dello scultore T. Sarrocchi, e quindi nello studio di L. Mussini. Lo stile nazareno degli esordi venne portato a maturazione attraverso diversi viaggi a Roma, Firenze e Venezia, città dove studiò i grandi coloristi del passato da Tiziano a Tiepolo. Trasferitosi definitivamente a Roma affiancò all'attività di decorazione delle chiese quella di pittore da cavalletto per la parigina Maison Goupil. Le sue scene neo pompeiane, gli interni settecenteschi e di genere in punta di pennello e con i colori sgargianti raccolsero numerosi consensi a livello internazionale. Maccari rimase tuttavia un pittore ufficiale e accademico e la premiazione della grande tela La deposizione di papa Silverio avvenuta in occasione dell'esposizione nazionale di Torino del 1880, opera non certo fuori dall'ordinario ma rispettosa di tutti precetti accademici, ne è icastico esempio. Il riconoscimento ufficiale del pittore venne poi suggellato dalla vittoria nel concorso per la decorazione della Sala del Senato dove raffigurò le scene di virtù romane : Appio Claudio cieco condotto in Senato, La partenza di Attilio Regolo da Roma, Cicerone inveisce contro Catilina, Incorruttibilità di Curio Dentato, Il senatore Papirio e l'atto temerario del Gallo. Tra il 1882 e il 1888 Maccari eseguì queste scene e a tale datazione può essere riferito il presente studio, condotto in maniera veloce e sommaria e contraddistinto anche dalla vivacità cromatica che Maccari aveva appreso a Venezia. Questa piccola tela proveniente dall'atelier del pittore con molta probabilità deve considerarsi uno studio preliminare per il senatore seduto con il bastone nella scena di Cicerone e Catilina. Dopo pochi anni la fine dell'impresa che consacrò la fama del maestro senese una grave malattia lo costrinse ad abbandonare i pennelli definitivamente. Testo di Gianluca Berardi.

Opere

Maccari - Studio per il Senato

Zoom

OPERA NON DISPONIBILE

Studio per il Senato

Tecnica:

olio su tela


Misure: cm 39,5 x 24,5

Loghi Associazione Antiquari d'Italia e CINOA

Galleria Berardi - Arte dell'Ottocento e del primo Novecento

email: info@maestrionline.it - sito: www.maestrionline.it
ragione sociale: Berardi Galleria d’Arte S.r.l.
sede legale: Corso del Rinascimento, 9 - 00186 Roma - P.Iva: 06383751002
Copyright © 2015 Berardi Galleria d’Arte S.r.l. Note sulla privacy - Mappa del Sito

Valutazione In Tutta Italia

Abruzzo // Basilicata // Calabria // Campania // Emilia Romagna // Friuli Venezia Giulia // Lazio // Liguria // Lombardia // Marche // Molise // Piemonte // Puglia // Sardegna // Sicilia // Toscana // Trentino Alto Adige // Umbria // Valle d'Aosta // Veneto
icona facebook icona twitter icona google plus