cerca artista
ALFREDO MULLER pittore

Hai cercato

Pittore
Alfredo
Muller

Livorno 1869 – Parigi 1939

Sei interessato alla VENDITA o all' ACQUISTO di sue opere?

STIMA GRATUITA
VUOI VENDERE UN'OPERA D'ARTE DI QUESTO ARTISTA?

CONTATTACI IMMEDIATAMENTE SENZA IMPEGNO:

telefono

icona telefono

0697606127

whatsapp

icona whatsapp

Cellulare 3477835083

OPPURE COMPILA IL FORM

Nome
Telefono
Email
Messaggio
Allega file*
*Limite massimo: 5 allegati

Allega immagini: solo file di tipo immagine (.JPG .JPEG .GIF .PNG) inferioiri a 5 Mb

Privacy
Do il consenso al trattamento dei dati personali in base alla legge 675/96, leggi le note sulla privacy
Captcha

Biografia

Espose la prima volta a Livorno nel 1886 i quadri: "L'Aspettativa"; un "Moschettiere"; una "Testa di Vecchio" e "Michelangiolo bambino", che piacquero e nel 1889 alla Promotrice di Firenze un quadro grande che intitolò "Interno" e che era indubbiamente il miglior quadro di quella mostra, del quale la stampa parlò molto e che gli procurò tosto solida reputazione d'artista coscenzioso e valente. L'anno dopo espose altri tre quadri "Chrysanthème"; "Interno chiaro"; ed un "Ritratto" a pastello, più alcuni lavori d'impressionismo: "Sole di mattina"; "Sole d'Aprile"; "Marina" (vibrazioni in bianco, giallo, azzurro) che suscitarono fiere discussioni e polemiche. Quest'anno ha esposto alla Promotrice di Firenze: "Ritratto"; "Ritratto scuro"; "Thè Giapponese", ed "Estate". Di lui e a proposito del suo quadro "Interno" esposto nel 1889, così scriveva Ugo Matini in un suo libro dal titolo: 'Nel regno della Tavolozza': «Alfredo Muller, espone un semplice studio intitolato modestamente: "Interno" che è, di per sè stesso, una vera opera d'arte. Io non so se il Muller sia giovane o vecchio, allievo di tale o tal altro maestro, nè voglio oggi analizzare troppo l'opera sua per ciò che riguarda la proporzione il disegno. Lo considero come indirizzo e sotto questo aspetto, in rapporto col generale sentimento artistico moderno, a me pare, che questo quadro segni un vero e indiscutibile progresso, in questa nostra Esposizione. La linea del quadro così felicemente colta, lungi dall'avere l'aspetto di una istantanea riproduzione fotografica, ha una straordinaria naturalezza e sentimento grandissimo. Una giovanetta seduta ad una tavola legge attentamente e presso a lei la sorellina sta in piedi ed ascolta. Questo è il soggetto del quadro semplice e vero, se pure l'artista ha inteso dare un soggetto all'opra sua. Ma in questa semplicità vi è tanta dolcezza, vi è una così giusta interpretazione delle giovanili movenze di quelle due bambine che si resta colpiti da tanta giustezza d'osservazione. Il fondo di una semplice parete in mezzo alla quale da una porta spalancata si vede l'interno di un altro salotto è reso e dipinto con tale facilità ed evidenza da impressionare il più facile critico. Tutto è condotto con un fare disinvolto e scevro da qualsiasi preoccupazione di scuola e di metodo; qui, nè eleganza di pennellata, nè scelta di colori troppo vivaci, nè ricerca d'effetti dirò così scenici. Base principale del quadro la più assoluta verità. Verità nella scelta del soggetto, verità nell'ambiente, negli accessori, nella linea, nel colore. Io che non sono artista ma che pure ho veduto da anni, molti quadri e molte Esposizioni, confesso di non aver veduto, fino ad oggi, un quadro che come questo del Muller racchiude in sè tante qualità ultra moderne, e tale giudizio non è soltanto il mio. Non rimane dunque all'artista che continuare a perseverare in questa via, che il suo giusto criterio gli ha così bene tracciato. Si corregga nella forma, che è base fondamentale d'ogni opera d'arte, acquisti calma e sangue freddo, ciò che non fa mai male, e continui così, che non potrà fare a meno di darci in seguito lavori che, in corrispondenza dell'esigenze della moderna maniera di vedere e di sentire, faranno scuola e rimarranno».

Opere

Loghi Associazione Antiquari d'Italia e CINOA

Galleria Berardi - Arte dell'Ottocento e del primo Novecento

email: info@maestrionline.it - sito: www.maestrionline.it
ragione sociale: Berardi Galleria d’Arte S.r.l.
sede legale: Corso del Rinascimento, 9 - 00186 Roma - P.Iva: 06383751002
Copyright © 2015 Berardi Galleria d’Arte S.r.l. Note sulla privacy - Mappa del Sito

Valutazione In Tutta Italia

Abruzzo // Basilicata // Calabria // Campania // Emilia Romagna // Friuli Venezia Giulia // Lazio // Liguria // Lombardia // Marche // Molise // Piemonte // Puglia // Sardegna // Sicilia // Toscana // Trentino Alto Adige // Umbria // Valle d'Aosta // Veneto
icona facebook icona twitter icona google plus