cerca artista
MARIO PUCCINI pittore

Hai cercato

Pittore
Mario
Puccini

Livorno 1869 - Firenze 1920

Sei interessato alla VENDITA o all' ACQUISTO di sue opere?

STIMA GRATUITA
VUOI VENDERE UN'OPERA D'ARTE DI QUESTO ARTISTA?

CONTATTACI IMMEDIATAMENTE SENZA IMPEGNO:

telefono

icona telefono

0697606127

whatsapp

icona whatsapp

Cellulare 3477835083

OPPURE COMPILA IL FORM

Nome
Telefono
Email
Messaggio
Allega file*
*Limite massimo: 5 allegati

Allega immagini: solo file di tipo immagine (.JPG .JPEG .GIF .PNG) inferioiri a 5 Mb

Privacy
Do il consenso al trattamento dei dati personali in base alla legge 675/96, leggi le note sulla privacy
Captcha

Biografia

Il pittore livornese Mario Puccini morì di tubercolosi a Firenze nell'ospedale di Santa Maria Nuova, il 18 giugno 1920. Aveva cinquantadue anni, Giovanni Fattori l'aveva amato come un figliolo, ma la fama di lui non era ancora uscita dalla Toscana. Era un solitario innamorato della sua Livorno e della Maremma. Nel 1911 e nel 1912 era stato in Francia dove un suo fratello cantante di teatro s'era raccolta una discreta fortuna, e con lui aveva vissuto per molti mesi a Dygne nelle Basse Alpi dove quel suo fratello possedeva una villetta. Ma una mattina colto dalla nostalgia lasciò il fratello e la villa e gli agi e, per quante strettezze lo angustiassero, non si volle più partire da Livorno; e persino a Firenze dove aveva amici e committenti, si recava di rado e alla sfuggita. A Livorno per molti anni visse in due stanzucce terrene che prima di lui occupava un pescatore, nel quartiere del Gigante, beato nella sua solitudine, nella sua povertà, nell'arte sua, ché gli bastava guadagnar tanto da comperare tele e colori e dipingere. Non dipingeva grandi tele, ma vedute del porto e della maremma con un piglio rapido e squadrato, un colore intenso e tempestoso turchini fondi, rossi di cinabro, verdi d'alloro. Dipingeva denso e netto, coi piani risoluti che egli aveva imparati dal suo Fattori. Per esercitarsi in questo sforzo costruttivo disegnava molto a carbone e a conté, e non solo appunti dal vero per sua memoria, perché conduceva i più dei suoi disegni di paesi e d'animali a compimento come fossero quadri, con una delicatezza e una fermezza di chiaroscuro magistrali. Per lunghi mesi non faceva altro, e viveva di questi disegni, accontentandosi d'accumulare, in pittura, tavolette e studioli senza mai sforzarsi a salire di proposito al quadro quando non ne sentiva l'intima necessità. E dei collezionisti toscani che gli rapivano per poche lire anche queste tavolette, rideva tranquillo e stupefatto. Negli ultimi anni aveva dipinto qualche ritratto all'aperto, solido e luminoso, con un'osservazione del carattere molto acuta. Fu un savio che conosceva bene l'arte sua e i suoi limiti e, se la sorte gli fosse stata meno nemica e non gli avesse fin dalla giovinezza stroncata nella miseria la salute e messa in cuore tanta diffidenza verso uomini e verso quel che si suol chiamare la vita, sarebbe stato pei giovani un maestro sicuro e una guida incomparabile. Ma sopra tutto fu poeta d'una sincerità incontaminata, con un fondo tragico e disperato, un poeta che per poco si placava in paesaggi sereni e in idillii e presto tornava a quella sua colorazione infocata quasi che la sua ora diletta fosse il tramonto. Naturalmente nessuna pubblica galleria ha finora un dipinto di Mario Puccini. Anzi credo che in questa mostra veneziana si raccolgano per la prima volta, fuori di Toscana, quadri di lui.

Opere

Loghi Associazione Antiquari d'Italia e CINOA

Galleria Berardi - Arte dell'Ottocento e del primo Novecento

email: info@maestrionline.it - sito: www.maestrionline.it
ragione sociale: Berardi Galleria d’Arte S.r.l.
sede legale: Corso del Rinascimento, 9 - 00186 Roma - P.Iva: 06383751002
Copyright © 2015 Berardi Galleria d’Arte S.r.l. Note sulla privacy - Mappa del Sito

Valutazione In Tutta Italia

Abruzzo // Basilicata // Calabria // Campania // Emilia Romagna // Friuli Venezia Giulia // Lazio // Liguria // Lombardia // Marche // Molise // Piemonte // Puglia // Sardegna // Sicilia // Toscana // Trentino Alto Adige // Umbria // Valle d'Aosta // Veneto
icona facebook icona twitter icona google plus