cerca artista
GIULIO ROSATI pittore

Hai cercato

Pittore
Giulio
Rosati

Roma 1858 - 1917

Sei interessato alla VENDITA o all' ACQUISTO di sue opere?

STIMA GRATUITA
VUOI VENDERE UN'OPERA D'ARTE DI QUESTO ARTISTA?

CONTATTACI IMMEDIATAMENTE SENZA IMPEGNO:

telefono

icona telefono

0697606127

whatsapp

icona whatsapp

Cellulare 3477835083

OPPURE COMPILA IL FORM

Nome
Telefono
Email
Messaggio
Allega file*
*Limite massimo: 5 allegati

Allega immagini: solo file di tipo immagine (.JPG .JPEG .GIF .PNG) inferioiri a 5 Mb

Privacy
Do il consenso al trattamento dei dati personali in base alla legge 675/96, leggi le note sulla privacy
Captcha

Biografia

Formatosi presso l'accademia di Belle Arti di Roma ebbe come maestri il siciliano Dario Querci e Francesco Podesti. Quindi apprese da Luis Alvarez Catala', emulo di Mariano Fortuny, la pittura multicolore di gran moda al tempo. Con questo nuovo stile si dedicò alla composizione di opere neosettecentesche e in particolar modo di scene orientaliste di grande successo internazionale. Scheda: Giulio Rosati è un’esponente di quella generazione di pittori romani, che si era affermata a livello internazionale nell’ultimo trentennio dell’Ottocento per l’uso virtuosistico dell’acquarello sulla scorta della lezione di Mariano Fortuny e grazie alla mediazione dell’influente mercante Adolphe Goupil. Tratto comune erano i colori briosi e vivaci, la scelta dei soggetti di genere in costume, la cura nell’esecuzione dei particolari e le dimensioni talvolta notevoli del supporto. Dipinti con maestria sono anche i dettagli di quest’opera raffigurante un mercante di tappeti, che presenta la sua mercanzia a due avventori, un uomo con la testa coperta da un shemagh colorato fermato da un agal giallo e blu e la vita segnata da una vivace fusciacca e una donna velata abbigliata con pantaloni all’odalisca, sullo sfondo di una città araba dalle tradizionali case basse. L’autore indugia sul tappeto e sui particolari delle vesti dai preziosi ricami fino ai bottoni che chiudono la casacca dell’uomo, resi con colori vivaci che contrastano con i toni più sfumati dello sfondo. Specialista indiscusso del genere orientalista, accanto a cui compaiono nella sua produzione più raramente temi genere in costume settecentesco, Rosati mette in scena un mondo arabo popolato di fieri cavalieri berberi e avvenenti odalische. Ricorrenti sono il tema del mercato, che permette di fare sfoggio di abilità nella descrizione della mercanzia, e dell’harem riccamente arredato con tappeti minuziosamente tratteggiati. Si tratta di un mondo arabo ricreato con grazia ed eleganza in sintonia con il successo che l’oriente misterioso e selvaggio aveva incontrato sin dall’inizio del secolo grazie a maestri del romanticismo francese, da Eugène Delacroix ad Horace Vernet e Jean-Auguste Dominique Ingres. La ricca messe di fotografie, immagini e oggetti disponibili grazie ai numerosi viaggi di studio compiuti da esploratori occidentali e alle spedizioni diplomatiche, libera nel corso della seconda metà dell’Ottocento il genere da ogni tensione romantica per lasciare spazio alla documentazione dei costumi e della vita quotidiana dei paesi arabi a opera di artisti viaggiatori come Jean-Léon Gérôme, John Frederich Lewis, Alberto Pasini e Cesare Biseo. La grande fortuna del genere, ma anche l’immenso patrimonio iconografico, permette, dunque, agli orientalisti attivi tra Otto e Novecento di far rivivere in studio un oriente mai visitato personalmente, così come il contemporaneo Emilio Salgari raccontava un mondo esotico e lontano basandosi esclusivamente sulle descrizione e i resoconti dei viaggiatori, in un continuo equilibrio tra documentazione e narrazione fiabesca, scevra di elementi troppo realistici.

Teresa Sacchi Lodispoto

Galleria Berardi © - È vietata la riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta secondo la normativa vigente.

Opere

Rosati - Nell'harem

Zoom

Nell'harem

Tecnica:

Olio su tavola


Misure: cm. 22 x 37

L'opera proviene dagli eredi dell'artista.

Rosati - Scena orientalista

Zoom

Scena orientalista

Tecnica:

Tecnica mista su carta


Misure: cm. 70 x 58

Firmato in basso a sinistra "G.Rosati".

rosati_giulio_orientalista.jpg

Zoom

Il mercante di tappeti

Tecnica:

Acquarello su carta


Misure: cm. 55 x 38

Firmato in basso a destra "G. Rosati Roma".

Loghi Associazione Antiquari d'Italia e CINOA

Galleria Berardi - Arte dell'Ottocento e del primo Novecento

email: info@maestrionline.it - sito: www.maestrionline.it
ragione sociale: Berardi Galleria d’Arte S.r.l.
sede legale: Corso del Rinascimento, 9 - 00186 Roma - P.Iva: 06383751002
Copyright © 2015 Berardi Galleria d’Arte S.r.l. Note sulla privacy - Mappa del Sito

Valutazione In Tutta Italia

Abruzzo // Basilicata // Calabria // Campania // Emilia Romagna // Friuli Venezia Giulia // Lazio // Liguria // Lombardia // Marche // Molise // Piemonte // Puglia // Sardegna // Sicilia // Toscana // Trentino Alto Adige // Umbria // Valle d'Aosta // Veneto
icona facebook icona twitter icona google plus