cerca artista

News: In evidenza

Data: 10/05/2018

VITTORIO MATTEO CORCOS - Ritratto del pittore Alberto Vianelli

L'opera proviene dagli eredi di Achille e Alberto Vianelli, come la dedica all'effigiato ben testimonia. Alberto Vianelli, figlio del maestro della scuola di Posillipo Achille, si affermò come pittore alla moda a Parigi tra fine '800 e inizio '900. Questo vivido e immediato ritratto viene dunque a far parte di tutta una serie di opere dedicate da Corcos ai suoi amici artisti.

Data: 27/02/2018

SERGIO SELVA - L'uomo nello stagno, 1976 La maturità dello stile di Selva avviene sul finire degli anni '60 e il dipinto "L' uomo nello stagno" ne è quanto mai paradigmatica. La sua cifra stilistica risulta finalmente ben definita e riconoscibile: nelle sue composizioni prevalgono pochi toni delicati tendenti alla monocromia, distesi quasi a velature, orchestrati con eleganza e una profonda sensibilità decorativa. Le figure, appena delineate, diventano quasi silhouette, lontanamente (e forse inconsapevolmente) reminiscenti delle fisionomie di Licini, e si fanno spazio in campiture piatte di ampio respiro. I temi, invece, restano quelli da lui più amati: cavalli e cavalieri di kandinskiana memoria e impressioni acquatiche.

Data: 15/01/2018

DARIO QUERCI - Il barone De Hubner entra nel Palazzo Imperiale Mikado a Kyoto

Il dipinto ritrovato del pittore siciliano Dario Querci - attivo a Roma con soggetti storici o inerenti ad avvenimenti risorgimentali - è ispirato ad un episodio della vita del barone Joseph Alexander Von Hubner, importante diplomatico e instancabile viaggiatore. Il presente episodio è narrato nel libro autobiografico Passeggiata intorno al mondo: l'ambasciatore con il suo seguito è raffigurato mentre fa il suo ingresso nel Palazzo Imperiale Mikado a Kyoto destando sorpresa e stupore nella popolazione locale.

Data: 30/11/2017

HERMANN CORRODI - Sosta a Porta Furba con Roma sullo sfondo

Il presente paesaggio inedito di Hermann Corrodi rappresenta un'importante addenda al suo catalogo. Firmato e datato 1870, il dipinto che raffigura una veduta di Roma con l'acquedotto Claudio è caratterizzato da una tecnica pittorica pastosa e immediata, dalla vivace tavolozza. Questo stile è tipico del primo periodo corrodiano ed è dipendente in toto dalla tecnica di Achille Vertunni.

Data: 05/09/2017

ATTILIO SELVA - Ritmi (1921)

Esposta alla Biennale di Venezia del 1922, la scultura in gesso patinato ad effetto bronzo intitolata Ritmi costituisce uno dei vertici della produzione di Attilio Selva, scultore triestino attivo a Roma dal 1909. L’opera rientra in un ricco corpus di nudi femminili che l’artista realizzò fin dagli esordi della sua carriera e che, in particolare a partire dagli anni Dieci, si caricarono di valenze simboliche. Selva eseguì altri due nudi con il titolo Ritmi: il primo, in gesso dorato, fu esposto alla mostra della Secessione romana del 1915; l’altro nel 1923, alla prima Biennale Internazionale delle Arti Decorative di Monza.

 
1 2 3 4 /6
Loghi Associazione Antiquari d'Italia e CINOA

Galleria Berardi - Arte dell'Ottocento e del primo Novecento

email: info@maestrionline.it - sito: www.maestrionline.it
ragione sociale: Berardi Galleria d’Arte S.r.l.
sede legale: Corso del Rinascimento, 9 - 00186 Roma - P.Iva: 06383751002
Copyright © 2015 Berardi Galleria d’Arte S.r.l. Note sulla privacy - Mappa del Sito

Valutazione In Tutta Italia

Abruzzo // Basilicata // Calabria // Campania // Emilia Romagna // Friuli Venezia Giulia // Lazio // Liguria // Lombardia // Marche // Molise // Piemonte // Puglia // Sardegna // Sicilia // Toscana // Trentino Alto Adige // Umbria // Valle d'Aosta // Veneto
icona facebook icona twitter icona google plus