cerca artista
Cover News in Evidenza

News: ANTONIO DONGHI - La pollarola

ANTONIO DONGHI -  La pollarola

Data: 29/04/2019

ANTONIO DONGHI - La pollarola

«L’arte del Donghi, narrativa e colorita da un fondamento veristico, si eleva a una visione della forma lucidamente e ostentatamente contemplativa, statica e umoristica» (C. Brandi, Donghi, Antonio, in «Enciclopedia Italiana», Appendice II, Roma 1935, p. 164). Con queste parole, già negli anni Trenta, Cesare Brandi riuscì a esprimere in sintesi il peculiare afflato realistico venato da sfumature surreali, che consentì ad Antonio Donghi di diventare uno dei più apprezzati maestri della cosiddetta “Scuola romana” di primo Novecento. L’opera Pollivendola – nota anche come Pollarola – venne realizzata nel 1925, in un momento cioè in cui l’affermazione di Donghi cominciava a concretizzarsi in maniera sempre più netta e ad estendersi anche al di fuori dei confini nazionali. Dopo l’esordio nel 1922 alla XC mostra degli Amatori e Cultori, il pittore nel 1924 era riuscito a farsi includere da Ugo Ojetti nella collettiva Venti artisti italiani presso la prestigiosa Galleria Pesaro di Milano e, sempre nello stesso anno, ebbe l’occasione di presentare i propri lavori in una personale alla Casa d’Arte Bragaglia di Roma. Proprio intorno al 1925 il realismo lenticolare e metafisico di Donghi cominciò ad essere apprezzato in area tedesca e apparve affine alle composizioni elaborate nell’ambito della Nuova Oggettività (Neue Sachlichkeit); non a caso l’artista fu uno dei pochi italiani ad essere citato dal critico Franz Roh nell’importante volume Nach-Expressionismus Magischer Realismus (Lipsia, 1925), manifesto e fondamento teorico della nuova figurazione sorta negli anni Venti in linea con l’allora diffuso clima del “Ritorno all’ordine”.

Sulla scorta del crescente favore internazionale riservato a Donghi, La pollivendola – nel ventennio entrata a far parte della collezione del politico e imprenditore Ulisse Igliori – venne presentata in manifestazioni espositive di primaria importanza come la XV Biennale di Venezia (1926), la mostra svizzera Italienische Maler (1927) – organizzata da Giovanni Scheiwiller con l’appoggio di Wilhelm Wartmann, direttore della Kunsthaus di Zurigo – e, nel 1928, la personale newyorkese dell’artista presso le Dudensing Gallery. La fortuna espositiva della Pollivendola si protrasse anche a seguito della morte dello stesso Donghi: nel 1963, infatti, la tela fece parte dell’antologica del pittore allestita alla Galleria La Nuova Pesa di Roma; infine, nel 1967, l’opera venne inserita in Arte moderna in Italia 1915-1935, prima cruciale mostra, curata da Carlo Ludovico Ragghianti, che tentò di rivalutare senza pregiudizi ideologici l’arte italiana tra le due guerre.

Il dipinto, eseguito con estremo scrupolo per i particolari e padronanza tecnica – Donghi dal 1938 ricopriva la cattedra di tecniche pittoriche all’Istituto Centrale del Restauro di Roma – è accostabile a tele coeve come Le lavandaie (1922) e La massaia (1923); il pittore romano, infatti, nell’evocare un soggetto di derivazione popolare, non indugiò nel bozzettismo e nella caricatura ma, al contrario, delineò una imponente e quasi scultorea figura muliebre colta in una posa fortemente plastica. Centrale nella ben calibrata impostazione formale dell’opera appare l’attributo dell’oca che suggerisce subito la specificità della professione della donna ritratta. L’attenzione per la resa di diversi caratteri e tipi femminili – già delineatasi in dipinti quali La chiromante (1924) e La canzonettista (1925) – rimarrà una costante della poetica donghiana, basti pensare alla più tarda Ammaestratrice di cani (1946).

 

Manuel Barrese

Loghi Associazione Antiquari d'Italia e CINOA

Galleria Berardi - Arte dell'Ottocento e del primo Novecento

email: info@maestrionline.it - sito: www.maestrionline.it
ragione sociale: Berardi Galleria d’Arte S.r.l.
sede legale: Corso del Rinascimento, 9 - 00186 Roma - P.Iva: 06383751002
Copyright © 2015 Berardi Galleria d’Arte S.r.l. Note sulla privacy - Mappa del Sito

Valutazione In Tutta Italia

Abruzzo // Basilicata // Calabria // Campania // Emilia Romagna // Friuli Venezia Giulia // Lazio // Liguria // Lombardia // Marche // Molise // Piemonte // Puglia // Sardegna // Sicilia // Toscana // Trentino Alto Adige // Umbria // Valle d'Aosta // Veneto
icona facebook icona twitter icona google plus